Sea Watch: entriamo in acque italiane, abbiamo deciso

Condividi!

La capitana di Sea Watch 3, la tedesca Carola Rackete, minaccia: “Entro nelle acque italiane e li porto in salvo a Lampedusa. Sto aspettando cosa dirà la Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU). Poi non avrò altra scelta che sbarcarli lì”. All’eventuale decisione della CEDU, tanto, Salvini non darà seguito.

VERIFICA LA NOTIZIA

Portarli in Olanda? “Bisognerebbe circumnavigare l’Europa. Oltretutto l’Olanda non collabora”,dice:”Siamo circondati dall’indifferenza dei governi”, ma la vita delle persone viene prima di qualsiasi gioco politico e incriminazione”.

C’è Tripoli, dove è iniziata la stagione estiva:

Questi sono dei veri e propri delinquenti. Trafficanti senza alcuna remora. E l’Olanda fa finta di nulla.




Un pensiero su “Sea Watch: entriamo in acque italiane, abbiamo deciso”

Lascia un commento