Corte Europea respinge Sea Watch: non può entrare in Italia

Condividi!

E’ stato respinto, fa sapere il Viminale, il ricorso presentato dai migranti soccorsi sulla Sea Watch alla Corte europea dei diritti umani di Strasburgo per chiedere all’Italia di consentire lo sbarco. “Anche la Corte Europea di Strasburgo conferma la scelta di ordine, buon senso, legalità e giustizia dell’Italia: porti chiusi ai trafficanti di esseri umani e ai loro complici. Meno partenze, meno sbarchi, meno morti, meno sprechi. Indietro non si torna”, commenta il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Non che sia importante, visto che, comunque, le sentenze della corte europea (CEDU) non sono vincolanti.

Ma è comunque uno schiaffo ai trafficanti umanitari di Sea Watch. Che ora:

Sea Watch: entriamo in acque italiane, abbiamo deciso




Un pensiero su “Corte Europea respinge Sea Watch: non può entrare in Italia”

Lascia un commento