Torino, Vescovo offre casa ai clandestini di Sea Watch: sfratta bambini italiani!

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

SeaWatch,diocesi Torino: li accogliamo
“La Diocesi di Torino è disponibile ad
accogliere senza oneri per lo Stato i
migranti della SeaWatch”.

Così l’arcivescovo, monsignor Cesare
Nosiglia, al termine della messa San
Giovanni, patrono della città. “Rivolgo
una preghiera speciale a San Giovanni,
che ha sempre difeso i poveri – ha
aggiunto – Chiedo a lui di dare una
mano per risolvere il problema che
stanno vivendo le persone a bordo della
SeaWatch. Per essere concreti la Chiesa
di Torino è disponibile ad accogliere
questi fratelli e sorelle”.

Il vescovo Nosiglia è un uomo senza vergogna:

Torino, la tendopoli degli italiani senza casa mentre la danno agli immigrati – VIDEO

Questa bimba ha perso la mamma e non ha una casa: ma Appendino e Vescovo preferiscono darla ad africani

Torino: Vescovo sfratta mamma e figlio, aiutiamoli

Offrono ai clandestini case che hanno predato ad anziani creduloni, utilizzando i soldi truffati con l’8 per mille, intanto sfrattano la nostra gente e lasciano i nostri nelle tende. E per strada. In auto.

Fate schifo.




Un pensiero su “Torino, Vescovo offre casa ai clandestini di Sea Watch: sfratta bambini italiani!”

  1. L’aspetto positivo di tutte queste fregnacce clericali é che alla fine anche noi diventeremo uno stato laico e ci faremo pagare la tasse che in questo momento questi signori stanno evadendo LEGALMENTE. Tenendo conto che il loro patrimonio immobiliare ammonta al 20% dell’intero patrimonio nazionale ci dovranno dare dei bei soldoni. La giusta punizione, vedremo quando saranno loro a dover aprire il portafoglio.

Lascia un commento