Salvini striglia vescovo Nosiglia: “Aiuti italiani e non clandestini”

Condividi!

“Caro Vescovo, penso che Lei potrà destinare i soldi della Diocesi per aiutare 43 Italiani in difficoltà. Per chi non rispetta la legge i nostri porti sono chiusi”. Lo scrive il ministro dell’Interno Matteo Salvini, replicando alla disponibilità avanzata dall’arcivescovo di Torino, mons. Cesare Nosiglia, di farsi carico dei clandestini a bordo della Sea Watch.

E ha ragione Salvini. Il vescovo Nosiglia è un uomo senza vergogna:

Torino, la tendopoli degli italiani senza casa mentre la danno agli immigrati – VIDEO

Questa bimba ha perso la mamma e non ha una casa: ma Appendino e Vescovo preferiscono darla ad africani

Torino: Vescovo sfratta mamma e figlio, aiutiamoli

Offrono ai clandestini case che hanno predato ad anziani creduloni, utilizzando i soldi truffati con l’8 per mille, intanto sfrattano la nostra gente e lasciano i nostri nelle tende. E per strada. In auto.

Fate schifo.

Salvini, evita di rifornire i vescovi di immigrati con i famigerati corridoi umanitari, sperando che la bestia si sfami: questi non ne hanno mai abbastanza.

E’ tempo che l’enorme patrimonio immobiliare della Chiesa venga espropriato e dato ai poveri italiani. Si può fare.




3 pensieri su “Salvini striglia vescovo Nosiglia: “Aiuti italiani e non clandestini””

  1. I cattolici smettano di votate un partito anticattolico che non perde occasione per attaccate uomini della Chiesa che si prodigano nel.mettere in pratica il.Vangelo di Gesu fondatore della Chiesa Universale.

Lascia un commento