Nigeriana si fa arrestare per dormire gratis in carcere

Condividi!

Non vuole lasciare il carcere. E da diverse notti si è piazzata all’ingresso, dopo averne trascorse due in galera e, a quanto pare, essersi trovata molto bene.

VERIFICA LA NOTIZIA

Liberata dopo due notti in cella per resistenza, non vorrebbe lasciare il carcere perché non sa dove andare. Una ventenne nigeriana, Ose Mwegie Joy, da venerdì scorso dorme sulla panchina davanti all’androne dell’ingresso dell’ufficio colloqui familiari del carcere Lorusso e Cutugno di Torino. Respinta dalla Francia, è stata arrestata il 19 giugno alla stazione ferroviaria di Porta Susa. Dopo la scarcerazione, ha fatto pochi passi e si è sdraiata fuori dalla casa di reclusione. “Abbiamo provato in tutti i modi a darle assistenza – spiega il direttore del carcere, Domenico Minervini -. Ci siamo attivati con chi è abituato a trattare in queste situazioni. Hanno provato a parlarle i cappellani, il dirigente sanitario, il garante dei detenuti, gli psicologi e i rappresentanti delle associazioni che si occupano di persone in difficoltà. E’ una situazione molto triste”.

Avete provato a rimpatriarla? Potrebbe funzionare.




5 pensieri su “Nigeriana si fa arrestare per dormire gratis in carcere”

Lascia un commento