Navi ONG assediano Lampedusa: stalker umanitari minacciano l’Italia

Condividi!

L’ultima strategia dei trafficanti umanitari è utilizzare una flotta di barche a vela per indirizzare i gommoni verso Lampedusa.

Fuggite dall’ispezione della Guardia Costiera italiana a Licata, due barche a vela rinominate «Matteo S», in «onore» al ministro dell’Interno italiano e «Sebastian K», il premier dimissionario austriaco, si sono unite alla Yosefa con bandiera tedesca della Ong Resqship. Da giorni stanno molestando, insieme a Sea Watch, Lampedusa:

L’obiettivo è avvicinarsi alla zona di Sea Watch e creare il caos. Visto che la ‘manifestazione’ era prevista, inutile dire che la Sea Watch era parte del programma: e allora anche caricare i clandestini era già previsto.

Con le conseguenze che tutti potrete intuire. Fermate questi terroristi umanitari.

E’ in arrivo un attacco estivo in grande stile all’Italia? Non è un caso che siano tutte navi tedesche, tranne quella dell’utile idiota Casarini.




Un pensiero su “Navi ONG assediano Lampedusa: stalker umanitari minacciano l’Italia”

  1. SALVINI, caro Ministro, qua non occorre fare faticosi accordi bilaterali con i paesi d’origine. L’imbarcazione ogn è tedesca. La RESPONSABILITÀ del carico di gentili cristiani è buddisti che vogliono pacificamente entrare in Italia chiedendo il permesso, È del GOVERNO MERKEL. MOAVERO DOVE SEI? FATTI VALERE

Lascia un commento