Bergoglio: “Mediterrano è il mare del meticciato”

Condividi!

Bergoglio, concludendo un convegno teologico a Napoli, ha parlato ancora di accoglienza degli immigrati e dialogo interreligioso con gli islamici.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il virgolettato più inquietante, ma non nuovo per lui, è quello che ha riguardato il mar Mediterrano, che per Bergoglio argentino è il mare “del meticciato”.

“Non è possibile leggere realisticamente tale spazio (Il Mediterraneo, ndr) se non in dialogo e come un ponte – storico, geografico, umano – tra l’Europa, l’Africa e l’Asia”.

In realtà il Mediterraneo (più il Sahara) è stata una fondamentale barriera genetica, altro che ‘mare del meticciato’.

L’unico ‘meticciato’ è stato quello imposto dalle invasioni e dalle conquiste. Ma con un influsso geneticamente trascurabile in epoca storica e, comunque, sempre limitato a popolazioni omogenee.

L’unico meticciato è stato imposto, semmai, dalle conquiste islamiche alle popolazioni bianche del Nordafrica. Che oggi sono quello che sono, proprio perché meticciati a forza con gli schiavi importati dagli arabi dall’Africa subsahariana: perché mica arrivavano, altrimenti, il Sahara era una barriera invalicabile. Come oggi, se non ci fossero i trafficanti.




4 pensieri su “Bergoglio: “Mediterrano è il mare del meticciato””

Lascia un commento