Ancora minacce Ue all’Italia: rispetti nostre regole o procedura

Condividi!

Sull’apertura della procedura per debito eccessivo all’Italia “sta alla Commissione europea muovere i prossimi passi. Si tratta di un percorso molto preciso. Sono certo che la Commissione garantirà che l’Italia attui in modo rapido ciò che deve essere fatto o procederà”. E’ la minaccia del premier olandese Mark Rutte a chi chiede se l’Italia riuscirà ad evitare la procedura per il debito eccessivo.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’Italia ha un avanzo commerciale ormai da anni e un’economia migliore della Francia. Poiché le esportazioni italiane superano le importazioni, non dipendiamo da finanziamenti esteri per finanziare le importazioni: tranne che per servire il Debito. Se decidessimo di andare in default, il problema non sarebbe nostro: sarebbe dei creditori. Perché noi non abbiamo, come invece tutti gli altri Paesi Ue, bisogno di ricorrere al mercato per finanziare un deficit che, al netto degli interessi sul debito, non abbiamo.

Siamo in avanzo primario. L’Italia è l’unico Paese Ue ad avere un avanzo primario:

Significa che, prima degli interessi sul debito, lo Stato incassa più di quello che spende. E’ la servitù del debito che lo fa salire: un circolo vizioso. Ogni anno versiamo circa 60 miliardi di euro per pagare questi interessi: se non dovessimo finanziare la Ue, potremmo quindi abbattere il deficit di quasi il 50 per cento ogni anno.

Non solo. L’Italia ha versato alla Ue oltre 100 miliardi di euro negli ultimi 6 anni. E’ una cifra mostruosa. In pratica, il nostro debito è salito di 100 miliardi negli ultimi 6 anni, solo per soldi che abbiamo regalato agli altri Paesi Ue e alla burocrazia di Bruxelles: che poi li ha distribuiti a immigrati, zingari e associazioni varie.

In sintesi: cosa ci facciamo nella Ue?

Come tutte le religioni, la Ue non può sopravvivere se qualcuno mette in discussione un dogma della fede. Per questo non ci sono spazi a compromessi: vogliono distruggere il governo italiano. Perché se il governo italiano va avanti, e non accade nulla, loro sono finiti.

Per questo l’establishment finanziario Ue è pronto a distruggere il sistema bancario e far implodere l’economia italiana pur di ottenere quello che vogliono.

Quanto al signor Rutte, si prenda la Sea Watch, visto che batte bandiera olandese. E ci paghi il conto per i clandestini che in questi anni ha scaricato in Italia.




Un pensiero su “Ancora minacce Ue all’Italia: rispetti nostre regole o procedura”

Lascia un commento