Sea Watch ammette: “Imbarchiamo clandestini da zone Ebola” – VIDEO

Condividi!

Proseguono le interviste totalmente fantasiose dei clandestini prelevati dalla nave dei trafficanti umanitari Sea Watch 3. Con una particolarità, una clandestina ‘a contatto’ con Ebola:

Insomma, per muovere a compassione, si tradiscono. Inutile dire quanto sia demenziale che qualcuno ‘fugga da Ebola’ e si faccia un tragitto dalla Liberia all’Italia invece di fermarsi nel primo Paese senza Ebola.

Quale persona sana di mente può credere alle testimonianze di un clandestino imboccato dai trafficanti umanitari di Sea Watch?

Come si vede, a Tripoli è in corso l’emergenza bagnanti, con l’inizio della stagione estiva:

Tripoli non è porto sicuro dice SeaWatch: ma spiagge affollate di bagnanti in vacanza

E poi, la signorina fuggita dalla Liberia di Weah, come i suoi colleghi, in Libia c’è andato da Paesi subsahariani, pagando migliaia di dollari, per sfruttare la confusione e imbarcarsi verso l’Italia: non è una vittima, è un criminale.

Quella dei trafficanti umanitari di Sea Watch è mera propaganda basata sul nulla:
Ricordiamo chi hanno a bordo a contare i soldi:

Secondo i trafficanti umanitari di Sea Watch, avremmo carcerieri che uccidono immigrati, ma lasciano ai clandestini i loro smartphone coi quali, casualmente, non hanno ripreso alcuna uccisione. Lasciano agli immigrati che torturano anche i soldi.

Carcerieri che, oltretutto, li mettono all’ingrasso:

Sea Watch, ecco le nigeriane torturate nei ristoranti libici – FOTO

Belli rilassati:

Crociera a bordo della Sea Watch, come se la spassano – FOTO

Questi fuggono dalla noia, altro che guerra, fame e torture che, tra l’altro, si sarebbero andati a cercare pagando migliaia di dollari per andare in Libia dalla Nigeria e dal Bangladesh ad imbarcarsi.

Già abbiamo fatto sbarcare questi energumeni:

Ecco i ‘malati’ sbarcati ieri dalla Sea Watch – VIDEO

Anche troppo.




Un pensiero su “Sea Watch ammette: “Imbarchiamo clandestini da zone Ebola” – VIDEO”

  1. Liberia? Ebola-chan? Epidemia? Non risulta.

    La nostra eroina è attualmente in tournée principalmente in Congo presso il confine con l’Uganda.

    La Liberia è proprio da un’altra parte.

Lascia un commento