NZ: 2 anni di carcere per avere condiviso video Tarrant

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Roba da matti. Nemmeno in Cina.

Un tribunale della Nuova Zelanda ha condannato un cittadino locale a due anni di carcere per avere condiviso il video dell’attacco alla moschea di Christchurch.

Del resto, il governo locale è totalmente asservito all’islam. Basti vedere come si sono prostrate tutte velate le funzionarie pubbliche a cominciare dalla premier, dopo la rappresaglia di Tarrant contro la moschea che arruolò due terroristi islamici di Al Qaida.

E proprio in questi giorni, il sito web ufficiale del governo della Nuova Zelanda ha pubblicato una mappa del Medio Oriente dove non compare Israele: per non turbare i musulmani.




3 pensieri su “NZ: 2 anni di carcere per avere condiviso video Tarrant”

  1. Si, veramente, io ragiono ancora con le vecchie leggi ossia col vecchio codice penale Fascista che consentiva libertà di parola e di sentimento, ma temo che tra un pò per esprimere il mio pensiero senza finire al gabbio dovro’ convertirmi all’ebraismo e prenderlo simultaneamente nel posteriore.

Lascia un commento