Ong: 10mila euro per ogni clandestino traghettato in Italia

Condividi!

E’ quanto Casarini e soci di Mediterranea hanno ricevuto per ogni clandestino che sono riusciti a traghettare in Italia, prima del sequestro burla di Patronaggio. Proprio grazie al sequestro burla di Patronaggio. Poco produttivi.

Volontari a pagamento. Ecco da chi sono formati gli equipaggi delle ong. Come
altri ‘volontari’, quelli delle coop accoglienza.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per quanto riguarda le ong che battono il Mediterraneo a caccia di clandestini da traghettare in Italia, circa il 30% delle spese serve a pagare gli stipendi dei cosiddetti volontari. Molti dei quali ‘lavorano’ nel quartier generale di Berlino.

La portavoce di Sea Watch, la prezzemolina Giorgia Linardi. Un volantino circolato sui social network in questi mesi denunciava gli incassi della signora: 5.000 euro al mese. Sicuramente si tratta di un’ esagerazione: effettivamente il bilancio rivela che i coordinatori hanno stanziato nel 2018 circa 60mila euro per la delegazione ‘italiana’, ovvero 5.000 ogni trenta giorni, ma in questo conto bisogna inserire anche le spese per i viaggi i telefoni e altro. Difficile stabilire una cifra esatta, visto che SeaWatch – contattata dai media – non ha risposto.

I più disponibili a parlare dei loro incassi sono gli italiani di Mediterranea, ovvero l’ imbarcazione messa in acqua grazie a una grande colletta tra politici e notabili della sinistra italiana. In tutto, sono stati raccolti 769mila euro, per portare in Italia meno di 80 persone da ottobre a oggi (due gommoni intercettati al largo dell’ Africa, peraltro ancora in grado di stare a galla. I passeggeri potevano essere riportati in Libia). In pratica, hanno speso 10mila euro per ogni persona traghettata in Europa. Pagare a tutti un biglietto aereo sarebbe costato parecchio meno. Intanto, stando ai bilanci pubblicati sul sito di Mediterranea, da ottobre i dipendenti della Ong hanno percepito 81.177 euro.

E va detto che quelli di Aquarius sono tra i meno pagati: circa 1.760 euro al mese. Meglio non raccontargli la storia del penultimo presidente di Amnesty International, che lasciò l’ incarico pochi anni fa con una buonuscita di mezzo milione.




Un pensiero su “Ong: 10mila euro per ogni clandestino traghettato in Italia”

Lascia un commento