Mamma violentata da africano: bimbi costretti a guardare per evitare morte

Condividi!

Una mamma sudafricana ha vissto un vero incubo. Uno stupratore ha tenuto sotto minaccia di una pistola alla testa i suoi figli per costringerla a lasciarsi stuprare.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nicky, bianca di 45 anni, è stata violentata di fronte ai suoi figli dal nero Sebenzile Simane – che ha anche molestato sessualmente la figlia piccola della vittima dopo avere fatto irruzione nella fattoria della famiglia. Co

Simane, che ha poi legato la famiglia e razziato la casa, è stato condannato a due ergastoli e ad un totale di 173 anni di prigione dopo essere stato riconosciuto colpevole di una serie di crimini violenti in Sudafrica.

Nicky e suo marito Heine, un agricoltore di 44 anni, hanno scelto di raccontare la loro storia per denunciare il genocidio in corso contro i bianchi della classe media e lavoratrice, abbandonati dall’élite bianca dopo la dissoluzione del governo dell’Apartheid.




Un pensiero su “Mamma violentata da africano: bimbi costretti a guardare per evitare morte”

Lascia un commento