La triste fine di Open Arms: il circo galleggiante fa tappa a Napoli

Condividi!

I trafficanti umanitari di Open Arms, dopo avere traghettato migliaia di clandestini in Italia, fanno la fine di Bufalo Bill e diventano un circo itinerante: la Spagna, dopo l’ennesimo carico deviato da Salvini, ha di fatto tolto loro la bandiera per quanto riguarda il ‘soccorso di immigrati’, così hanno finito per divenire una sorta di circo galleggiante in tournée.

VERIFICA LA NOTIZIA

E come previsto, il tendone del circo è ora approdato nel porto di Napoli. Le porte della nave, si annuncia, saranno aperte a chi vorrà salire a bordo per conoscere la storia dell’Open Arms e l’attività della ong.

Per sabato 29 giugno a Napoli il sindaco Luigi de Magistris ha promosso un delirante corteo di barche nel segno dei ‘porti aperti’. Costo: centinaia di migliaia di euro.




Un pensiero su “La triste fine di Open Arms: il circo galleggiante fa tappa a Napoli”

Lascia un commento