UE si schiera con Sea Watch: “Impossibile sbarco a Tripoli”

Condividi!

C’è la UE stessa dietro il traffico di clandestini, propedeutico alla destrutturazione etnica degli Stati nazionali, che è essenziale alla nascita del superstato UE.

VERIFICA LA NOTIZIA
Gettano la maschera. Mentre Sea Watch, dopo avere chiesto e rifiutato Tripoli come porto sicuro, da stanotte ‘molesta’ Lampedusa, nonostante la diffida da parte del Viminale che ha proibito di avvicinarsi alle acque territoriali, in cui non è entrata:

Respinto in Libia gommone carico di clandestini, SeaWatch molesta Lampudusa – FOTO

L’Unione Europea si schiera con i trafficanti di carne umana: “Tutte le imbarcazioni che navigano con bandiera Ue sono obbligate a rispettare il diritto internazionale quando si tratta di ricerca e soccorso, cosa che comprende la necessità di portare le persone salvate in un porto sicuro. La Commissione è sempre detto che queste condizioni attualmente non ci sono in Libia”, questa la delirante dichiarazione di tal Natasha Bertaud, portavoce della Commissione Ue uscente. La portavoce dell’esecutivo Ue poi ha aggiunto: “La determinazione di un porto sicuro per uno sbarco specifico non spetta all’Ue: questa questione è di responsabilità del Centro di coordinamento dei soccorsi marittimi (MRCC) incaricato di un’operazione di salvataggio specifica. Tuttavia, tutte le imbarcazioni che navigano sotto bandiera Ue sono obbligate a rispettare il diritto internazionale quando si tratta di ricerca e soccorso e della necessità di assicurare che le persone salvate siano portate in un porto sicuro”.

Tripoli non è porto sicuro dice SeaWatch: ma spiagge affollate di bagnanti in vacanza

Insomma, mentre secondo l’Onu Tripoli è porto sicuro, visto che è sede di un riconosciuto MRCC, la UE si schiera con la decisione di Sea Watch di rifiutare lo sbarco nel porto di Tripoli.

Del resto, per anni, tutte le navi scaricavano in Italia:

Pd confessa: “Abbiamo chiesto noi che sbarcassero tutti in Italia” – VIDEO




2 pensieri su “UE si schiera con Sea Watch: “Impossibile sbarco a Tripoli””

Lascia un commento