Poliziotti circondati da immigrati ostili per evitare arresto marocchino: espulso

Condividi!

Così Salvini su questa vicenda:

30 immigrati accerchiano poliziotti per impedire arresto: «Ve la faremo pagare»

Dovrebbero pagare anche le altre decine di immigrati.

«Abbiamo iniziato la conta delle aggressioni. Solo dall’inizio dell’anno, a livello nazionale, abbiamo registrato tra gli operatori di Polizia circa 250 feriti e Piacenza purtroppo rientra in questa triste statistica. Quanto accaduto lunedì sera nel quartiere “Peep”, che ha visto coinvolti i poliziotti della nostra Questura e del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia, è solo l’ultimo di una serie di episodi che ha reso la nostra città tristemente protagonista». Scrive, in una nota, la segreteria provinciale del sindacato di polizia Sap di Piacenza, commentando il grave episodio accaduto in via Marinai d’Italia dove una volante della polizia è stata accerchiata da alcuni residenti durante l’arresto di un malvivente.

«Vedere colleghi accerchiati e aggrediti è per il Sap, e per ogni operatore di Polizia, mortificante e assolutamente inconcepibile; a loro esprimiamo la nostra piena solidarietà con un pensiero speciale di pronta guarigione al collega che ha rimediato 15 giorni di prognosi. La sicurezza degli operatori è, per noi del Sap, una priorità e riteniamo che interventi di questo genere, ormai quotidiani, richiedano l’immediata introduzione di norme severe a tutela del personale impiegato in strada e l’assegnazione di dotazioni idonee a rendere efficace e sicuro il servizio; nello specifico ci riferiamo alle body-cam, atte a garantire trasparenza in ogni intervento, e al taser, attualmente in fase di sperimentazione in alcune città, che riteniamo essere valido deterrente e strumento efficace. Siamo stanchi di essere esposti ad episodi di violenza che spesso sfociano in vere e proprie aggressioni in cui il corpo a corpo è purtroppo all’ordine del giorno. Il “duello” è oramai impari».




2 pensieri su “Poliziotti circondati da immigrati ostili per evitare arresto marocchino: espulso”

Lascia un commento