Sindaco Lega regala 6 case popolari ai Rom

Condividi!

Se anche i sindaci della Lega iniziano a fare queste stupidaggini:

Sei abitazioni comunali alle famiglie che oggi occupano le quattro piazzole con convenzione scaduta ed elementi abusivi all’interno del campo nomadi di via Deledda. È la decisione presa nell’ultima riunione della giunta guidata dal sindaco leghista Alessandro Fagioli. In sostanza è stata decisa l’assegnazione a canone concordato per una durata massima di 10 anni di sei alloggi (uno in via Toti, due in via Frua, due in vicolo Castellaccio e uno in via Stra Favia) di proprietà comunale.

VERIFICA LA NOTIZIA

È l’epilogo di una vicenda che si trascina da settembre 2016 quando l’Amministrazione ha deciso di “vendere” parte del campo nomadi di via Deledda, per dare l’opportunità alle aziende limitrofe di “allargarsi”. Una decisione che riguardale quattro piazzole la cui convenzione era scaduta e dove erano stati realizzati interventi non autorizzati. Il progetto è stato anche motivato con la necessità di ripulire la sponda del torrente Lura molto degradata, soprattutto nel tratto accanto alle piazzole contese. Come spiegato più volte dal primo cittadino il Comune aveva proposto case ai sinti che abitavano sulle piazzole ma di fronte al loro rifiuto aveva deciso di sdoppiare il campo nomadi creando lo spazio per le piazzole in un piccolo terreno tra Saronno e Gerenzano. Durissima la presa di posizione del quartiere che ha creato un comitato, sollevando molte criticità e perplessità.

Vista la decisione dell’Amministrazione di sospendere ma non ritirare la delibera per la creazione del mini campo il gruppo ha presentato un ricorso al Tar. A questo punto Fagioli ha fatto dietro front e ha iniziato a parlare di soluzione alternativa. Nel frattempo la vendita del terreno è entrata nel documento di programmazione comunale e qualche giorno fa è stata presentata l’asta. L’alternativa è arrivata nella delibera della giunta che assegna le abitazioni comunali alle famiglie che vivono nelle piazzole contese.

Sorprende. Il sindaco è stato una dei sindaci presi di mira dagli avvocati ASGI (Soros) per le sue iniziative pro-italiani.




Lascia un commento