Minacce di morte a Meluzzi: “Vi esplode l’ufficio entro le 12”

Condividi!

“Attenzione che oggi vi esplode l’ufficio”, si legge nell’oggetto della mail ricevuta da Alessandro Meluzzi. E ancora: “Vi conviene chiamare i pompieri, entro le 12”.

“I carabinieri sono stati molto tempestivi. Siamo affidati alle migliori forze dello Stato. Già un anno fa – racconta Meluzzi – trovarono uno zainetto tra due vagoni a porta nuova che contenevano delle mie foto, le foto di casa mia, delle armi, munizioni e materiale esplodente”.

“Penso che uno che parla tutti i giorni di mafia nigeriana, degli islamici e dei loro amici dei centri sociali non debba stupirsene troppo”.

“Amo sempre citare Cyrano de Bergerac quando diceva che un uomo, dopo i 60 anni, deve essere libero di scegliere se vuole morire nel suo piscio o nel suo sangue. E morire nel proprio piscio non è detto che sia meglio”.




Un pensiero su “Minacce di morte a Meluzzi: “Vi esplode l’ufficio entro le 12””

Lascia un commento