A Napoli crolla pezzo di cornicione, morto commerciante: De Magistris organizza flotta ‘umanitaria’

Condividi!

Il titolare di un negozio di Via Duomo, a Napoli, è morto dopo essere stato colpito da un pezzo di cornicione di un edificio staccatosi dal quinto piano. L’uomo, di 66 anni, residente nel quartiere Stella, gestiva un negozio di abbigliamento. Trasportato al CTO, è morto poco dopo.

Secondo le prime indiscrezioni, l’uomo stava passeggiando a 150-200 metri dal suo negozio, quando il cornicione, già imbrigliato dalle reti, si è staccato dall’edificio e lo ha colpito.

Intanto, De Magistris:

Manca poco ormai per il varo della ridicola flotta ‘umanitaria’ di De Magistris che, lui dice, servirà a “salvare i migranti”, con l’obiettivo di portare 400 imbarcazioni nelle acque del Golfo, pronte a salpare, in caso di emergenza, per traghettare i clandestini dalle navi delle ong cariche di carne umana a terra: un atto a dir poco eversivo, anche solo nella programmazione.

VERIFICA LA NOTIZIA

In pratica abbiamo un sindaco, seppure bizzarro, che dichiara apertamente di essere pronto a violare la legge per andare contro la politica, votata dalla maggioranza degli italiani, dei “Porti Chiusi”, messa in atto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.

La data per il battesimo della flotta più pazza del mondo è già stata spostata, non più il 22, ma il 29 giugno. In quel giorno “nel nostro mare avremo il primo corteo a mare, con centinaia di barche”, scrive l’ex pm. Una sorta di regata per radical chic annoiata e un tantino sciroccati.

Il costo stimato, a carico dei cittadini, è di circa 130mila euro. Ma la delibera comunale deve essere ancora perfezionata. Sarebbe ancora al cosiddetto “giro delle firme” dei dirigenti tecnici, dal segretario generale al ragioniere capo.

Ognuno ha le sue priorità. Quelle di De Magistris sono rendersi ridicolo. E non è complicato. Ha una dote naturale.




Un pensiero su “A Napoli crolla pezzo di cornicione, morto commerciante: De Magistris organizza flotta ‘umanitaria’”

Lascia un commento