Ue detta condizioni all’Italia: la capitale non è a Roma, è a Bruxelles

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il Quarto Reich si svela in maniera sempre più arrogante:

Ma vi sembra normale che un contributore netto della Ue – l’Italia dà molti più miliardi di quelli che riceve in cambio -, debba farsi dire da tal Dombrovskis, esponente di un Paese che prende dalla Ue più di quello che dà, cosa fare?

Perché continuiamo a stare dentro questa prigione? Masochismo puro.




Un pensiero su “Ue detta condizioni all’Italia: la capitale non è a Roma, è a Bruxelles”

  1. Visto che molti filo ue vivono, lavorano e prosperano qui in Italia e sperano ardentemente in una sanzione da parte di Bruxelles, cosa aspetta il governo a far leva su questi personaggi che sono pagati per remare contro in tutti i settori della società italiana? Il governo gialloverde dorme oppure ha raggiunto la fase di idiozia terminale. Perché non taglia, in nome della tanto decantata concorrenza montiana e forneriana, tutti i finanziamenti statali ai giornaloni e alla Rai? Hanno privatizzato la spina dorsale del Paese, compreso il settore statale manifatturiero, le ferrovie, il petrolifero con l’eni, persino ccdd e pp, cosa aspettano a dare il benservito al carrozzone della televisione pubblica?

Lascia un commento