Fu il primo ladro ferito con nuova legittima difesa, albanese arrestato per nuova rapina

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ricordate il caso del ladro albanese di 16 anni che era ‘gravissimo’ in ospedale dopo essere stato ferito dal padrone di casa durante un furto in casa sua?

Fu ferito durante un tentativo di rapina, all’indomani dell’approvazione della nuova legge sulla legittima difesa:

Legittima difesa: chi ha sparato a ladro albanese è candidato PD

Purtroppo non è morto, ed è stato di nuovo arrestato per una rapina.

A fermarlo, alle prime luci dell’alba, sono stati i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Frascati. Insieme al 16enne, c’erano due complici, tutti già noti alle forze dell’ordine. I tre sono accusati di aver rapinato un loro coetaneo che viaggiava a bordo di una microcar, a Montecompatri, altro Comune nella zona est della provincia di Roma.

La vittima però ha reagito riuscendo a metterli in fuga. Poi, grazie alle descrizioni e al riconoscimento fotografico, ha permesso ai carabinieri di identificare e rintracciare i suoi aggressori.

Accompagnati presso il Centro di prima accoglienza minori di Roma, in via Virginia Agnelli, i tre sono accusati di tentata rapina aggravata. Il ragazzo alla guida dell’auto prestata dovrà anche rispondere di guida senza patente. Il 17enne, vittima della tentata rapina, è stato medicato al pronto soccorso.

Già nei giorni scorsi i carabinieri avevano ricevuto segnalazioni di analoghi episodi di rapina, sempre ai danni di ragazzi a bordo di microcar, per cui sono in corso accertamenti per verificare se a compierle siano stati gli stessi minorenni fermati.




Lascia un commento