La Francia si mangia il Parmigiano Reggiano

Condividi!

La Nuova Castelli, leader nella distribuzione dei formaggi Dop italiani, nonché principale esportatore di parmigiano reggiano, nata nel lontano 1892, dal 2014 era controllata per l’80% dal Charterhouse Capital, fondo inglese di private equity.

Per un Paese come l’Italia, il cui tessuto economico e produttivo è fatto di tante piccole imprese, la cinghia di trasmissione pubblica è essenziale per non cadere preda di multinazionali straniere. Per questo è folle liberalizzare invece di limitare gli ingressi stranieri.

Nel passaggio alla Globalizzazione, l’Italia rischia di fare la fine fatta con la scoperta dell’America, che relegò quella che era la nazione più ricca d’Europa ad un ruolo di irrilevanza che poi la lasciò preda di invasioni straniere: all’epoca perché mancava uno Stato nazionale, oggi perché mancano grandi imprese che reggano la concorrenza globale.

Ecco che la parte pubblica deve fare quello che riusciva a fare prima delle privatizzazioni, che sono stata una svendita dettata da agenti esteri camuffati da politici italiani.




Lascia un commento