La cuoca non c’è, profughi vandalizzano cucina: “Non abbiamo voglia di cucinare”

Condividi!

La violenza domenica scorsa in un centro di accoglienza migranti di Cagliari gestito dalla Croce Rossa.

VERIFICA LA NOTIZIA

I due, della Nigeria, hanno prima protestato “perché non volevano cucinare” e poi hanno rovesciato tavoli e sedie.

All’ora di pranzo, due giovani africani hanno protestato per il pranzo, e hanno vandalizzato gli arredi della struttura.

Sono stati bloccati dalla Polizia: “i due, da poco maggiorenni, hanno protestato per il pranzo, da quanto ci è stato riferito dagli operatori perché non c’era nessun cuoco che potesse cucinare il cibo. Hanno fatto qualche danno ad alcuni arredi, dopo averci parlato ed averli calmati li abbiamo identificati. Spetta alla Croce Rossa decidere se procedere con una querela nei confronti dei due nigeriani”.

La Croce Rossa: “Ospitiamo una decina di migranti, quasi tutti sono musulmani e non dovevano pranzare perché sono in periodo di Ramadan. I due giovani nigeriani, però, sono di un’altra religione e dovevano mangiare. Il cibo c’era, dovevano solo cucinarselo come prevedono le nostre regole. Abbiamo una persona che fa la cuoca che alcuni giorni c’è e altri non c’è. I ragazzi hanno prima fatto una scenata all’operatrice perché il pranzo non era pronto, urlando, poi, hanno rovesciato per terra un tavolo e delle sedie. Lei gli ha invitati a mangiare il cibo già pronto, se non avevano voglia di cucinare, ma si sono rifiutati”.




Un pensiero su “La cuoca non c’è, profughi vandalizzano cucina: “Non abbiamo voglia di cucinare””

Lascia un commento