Barca a vela scarica 54 maschi islamici a Crotone

Condividi!

Cinquantaquattro clandestini, tutti giovani maschi adulti, e tutti di nazionalità pachistana, sono sbarcati nel porto di Crotone dopo essere stati bloccati, la notte scorsa, da un pattugliatore della Guardia di Finanza al largo delle coste di Isola Capo Rizzuto, nel Crotonese. Due cittadini russi, ritenuti gli scafisti dell’imbarcazione, sono stati arrestati.

VERIFICA LA NOTIZIA

I clandestini, che erano a bordo di un veliero battente bandiera statunitense alla deriva, invece di lasciarli affondare, sono stati raggiunti da due unità navali dei Roan di Vibo Valentia e una del Roan di Taranto.

L’equipaggio di uno dei pattugliatori ha prima avvicinato e poi trainato il veliero fino a portarlo nel porto della città calabrese.

Dalle prime informazioni raccolte i clandestini sarebbero salpati da Bodrum, in Turchia.

Cominciano ad essere un po’ troppi i velieri carichi di islamici maschi che dalla Turchia partono per l’Italia. Urge un piano di rimpatrio immediato per pakistani. Abbiamo visto cosa combinano in Inghilterra, con gli stupri etnici?




Lascia un commento