Richiedente asilo offre droga ai poliziotti: poi li prende a calci e pugni, libero

Condividi!

Ha provato a vendere droga a due poliziotti in borghese e quando loro si sono rivelati ha perso la testa e li ha aggrediti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Mamwaly Jallow, gambiano 40enne, è in Italia da anni e gode del delirante status di richiedente asilo, in attesa che gli venga respinta la domanda di protezione internazionale. Nel frattempo, lui, come altre migliaia arrivati coi barconi, spacciava.

Il tipico finto profugo che il PD trasformava in ‘richiedente asilo’ e poi in profugo con la famigerata protezione umanitaria. Ora abolita.

Erano circa le 14 quando l’africano, a caccia di clienti ai giardini dell’Arena di Padova, individua due potenziali acquirenti. Mamwaly chiede 50 euro, ma i due, al posto del contante, estraggono i distintivi della Squadra mobile.

A quel punto Mamwaly, in preda al panico, non fugge, ma si scaglia contro i due agenti, aggredendoli con ferocia a calci, pugni, spinte. Una furia tale che costringe i due poliziotti, che non possono sparare, a chiedere l’aiuto di un’altra pattuglia. All’arrivo dei rinforzi il gambiano è immobilizzato e ammanettato, e viene arrestato per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

Risultato? Mamwaly è stato rilasciato subito dopo la convalida.




Un pensiero su “Richiedente asilo offre droga ai poliziotti: poi li prende a calci e pugni, libero”

Lascia un commento