Profughi esigono la buonuscita: chiamano Carabinieri per avere 150 euro a testa

Condividi!

Una famiglia di profughi africani ha chiamato i Carabinieri: volevano 150 euro a testa per andarsene. La liquidazione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Forse non lo sapete, ma grazie ad una precedente norma del PD, ai profughi che per qualche motivo lasciano il programma di assistenza sul territorio, può essere assegnata una sorta di liquidazione, una buonuscita di 250 euro a testa.

Questo fino ai tempi del vecchio bando sull’accoglienza. Quando non c’era Salvini.

Per questo, una famiglia della Sierra Leone che ha deciso di lasciare Monza, giovedì scorso si è impuntata. Voleva i soldi che – probabilmente per un passaparola – aveva scoperto avevano avuto alcuni stranieri che per qualche motivo avevano abbandonato la Brianza.

Volevano almeno 150 euro a testa per lasciare la città. E quando i volontari della coop hanno spiegato agli africani che serviva un appuntamento per parlare con i responsabili, non ci hanno visto più.

Hanno preso lo smartphone e hanno chiamato i Carabinieri: obbligate Salvini a darci 150 euro a testa, avranno detto. Ma – ovviamente – i militari se ne sono andati e gli africani non hanno visto i 150 euro.

La cosa interessante è che incominciano ad andarsene da soli. Il taglio dei 35 euro al giorno ha dimezzato i servizi. Non conviene più rimanere in Italia.




2 pensieri su “Profughi esigono la buonuscita: chiamano Carabinieri per avere 150 euro a testa”

Lascia un commento