La lacrime di Theresa May mostrano il declino dell’Europa: ecco perché ci invadono

Condividi!

“Ho fatto del mio meglio per implemen-
tare il referendum, lo sento come un
dovere e mi sono sforzata per onorare i
risultati del referendum” sulla Brexit:
così il primo ministro britannico, The-
resa May, che annuncia le proprie di-
missioni da leader del partito conser-
vatore e poi da primo ministro.

Il referendum è stato “una chiamata a
un profondo cambiamento” del Regno Uni-
to e “il mio successore dovrà trovare
consenso in Parlamento”. “Continuerò a
servire come primo ministro” fino alla
scelta del successore,il 7 giugno,dice.

Ora il Regno Unito ha bisogno di un leader che metta in pratica il voto dei suoi cittadini.

Le immagini della May in lacrime mentre annuncia le sue dimissioni, esprimono meglio di ogni altra cosa il declino della classe dirigente europea.

Non è un caso se le popolazioni afroislamiche ci vedono deboli e da invadere: diamo loro questo tipo di immagine. Politici che, fino a qualche decennio fa, sarebbero stati a fare la calza. Gente come Merkel, Gentiloni, May e Macron. Sterili. Da tutti i punti di vista.

Il problema è che sono l’espressione di un declino che ha radici profonde. La democrazia seleziona piccole donne e maschi beta. Se non ci fosse Salvini, noi saremmo rappresentati da Di Maio: Di Maio.




Lascia un commento