Il M5s contro i poliziotti aggrediti dai centri sociali: “Non dovevano manganellare” – VIDEO

Condividi!

Ieri, a Genova, è andata in scena l’ennesimo tentativo della cosiddetta sinistra di negare a qualcuno il diritto di parola. Con un assalto violento alla polizia che stava proteggendo un comizio di CasaPound. Ma poteva anche essere quello di una bocciofila, non è questo il punto, nessuno deve permettersi di molestare i comizi elettorali.

Durante gli scontri, un giornalista di Repubblica, quasi in una nemesi, è finito nel mezzo e si è preso manganellate destinate ai centri sociali. Al di là del tentativo dei media di distrazione di massa e di Di Maio di rovesciare la realtà, quasi ad incolpare chi stava parlando, perché “provocava”, invece di chi glielo voleva impedire, a scandalizzare sono le uscite dei grillini.

VERIFICA LA NOTIZIA

Elena Fattori, parlamentare del M5s, si è scagliata contro i poliziotti che ieri hanno difeso il diritto costituzionale di un partito regolarmente: “Già difendere a manganellate un convegno di CasaPound che in uno stato serio dovrebbe essere sciolto per apologia di fascismo è surreale“.

Secondo voi, Elena Fattori, quanti neuroni ha in testa?

Cosa direbbe, la Fattori, se un domani la polizia si rifiutasse di proteggere un comizio del M5s dall’assalto dei centri sociali o di altri violenti?

Assalto, antifà lanciano bombe carta contro polizia: violenza rossa a Genova – VIDEO




2 pensieri su “Il M5s contro i poliziotti aggrediti dai centri sociali: “Non dovevano manganellare” – VIDEO”

  1. Mah…ne ha tanti quanto tutte le lampadine che ho visto girare durante un testa e coda in Arabia Saudita per non stecchire un cammello merdoso…..In totale UNA…E pure cigolante…..

Lascia un commento