Belpietro salva l’Unità: non sarà chiusa grazie alla sua firma

Condividi!

Belpietro ha accettato di firmare un numero dell’Unità per evitarne la chiusura. Perché questa non decada, infatti, l’editore è obbligato ad almeno una pubblicazione l’anno. Un accanimento terapeutico ma anche un gesto nobile per chi, invece, i sinistri vorrebbero chiudere. Uno schiaffo morale.

E mette in evidenza anche quanto siano obsolete le leggi italiane sull’editoria, con la bizzarra esistenza dell’Ordine dei giornalisti.




Lascia un commento