“Aprire le porte ai migranti”, il delirio di Krajevski, il cardinale elemosiniere

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“La Comunità Europea apra le sue porte”. Così, in un breve video diffuso da Vatican News, l’elemosiniere di Papa Francesco, il cardinale elettricista Konrad Krajewski, che ha visitato i centri di accoglienza di Lesbo, in Grecia.

“Ormai – afferma – la Comunità Europea si è dimenticata che qui c’è tanta gente che deve avere speranza”. La speranza appunto che le istituzioni di Bruxelles aprano le porte. “Il Santo Padre – ribadisce il porporato – ha mandato 100 mila euro per la Caritas, per le prime necessità.

Se sono siriani, la guerra in Siria è finita da mesi, in quasi tutte le zone da oltre 1 anno. La Chiesa aiuti il loro ritorno a casa. Ma la maggior parte è pakistana, bangladese e cose simili, vengano rimpatriati.

Krajevski è stato protagonista nei giorni scorsi per aver riattaccato personalmente la corrente alla discoteca dei centri sociali.

Operazione compiuta grazie ad un passato da elettrotecnico.

Giorni dopo ha fatto visita al Viminale per perorare l’arrivo in Italia di qualche centinaio di clandestini bloccati a Lesbo: roba da arresto immediato.

Vi piacciono i clandestini islamici? Portateveli in Vaticano.




Lascia un commento