Terrorismo umanitario: SeaWatch ha diffuso false notizie

Condividi!

Oggi pomeriggio, con il megafono di Repubblica, la Ong tedesca Sea Watch ha diffamato in modo vergognoso la Marina Militare italiana.

Tutto è iniziato con questo tweet:

Ripreso da Repubblica senza alcuna verifica:

Marina militare costretta a smentire fake news Repubblica

‘Vicina’ significava ottanta chilometri:

Hanno pubblicamente scritto che la Marina militare italiana stava assistendo all’annegamento di clandestini senza muovere un dito. Millantando che così aveva avvistato il loro aereo (hanno anche un aereo!).

Tutto falso. E i clandestini, che comunque sono gli unici responsabili se affogano, sono stati recuperati dalla Guardia costiera libica allertata dalla nostra Marina. Come si deve fare.

Marina italiana obbedisce a Salvini, respinti in Libia 300 clandestini: scontro con SeaWatch

Sono nervosi perché l’attacco concertato contro Salvini, con l’invio di decine di barconi sotto elezioni, prevedeva la loro presenza in zona. Ma sono sotto sequestro sia loro sia il trafficante umanitario Casarini.

Ma ci domandiamo: perché possono impunemente scrivere false notizie, generando un allarme inesistente, senza che nessuno intervenga:




Lascia un commento