Spesi 400mila euro per ospitare gli immigrati che raccolgono frutta

Condividi!

“Il dormitorio per migranti è costato ai saluzzesi 132mila euro, oltre alle spese di gestione da sostenere ogni anno”.Lo sostiene Fulvio Bachiorrini (Forza Italia), che aggiunge “400mila euro i costi. 308mila euro gli incassi per il Comune. Disavanzo in perdita, dunque, di 132mila euro, a totale carico delle casse del Comune, e quindi dei cittadini”comunicato politico elettorale

Posted by Targatocn.it on Wednesday, May 22, 2019

La vicenda di Saluzzo è la cartina di tornasole dell’immigrazione in Italia: importiamo risorse per gli sfruttatori. Individui pagati una miseria che, non solo non pagheranno le nostre pensioni, ma nemmeno le loro. E peseranno sul nostro welfare a vita.

Non si comprende perché la collettività debba ospitare gli immigrati che lavorano nei campi per società private. Li vuoi assumere? Devi anche dare loro ospitalità. Devi pagare per la loro ospitalità.

Ma questi sono come la Fiat: privatizzano gli utili e collettivizzano le perdite. E’ il Comunismo 2.0

In una società avanzata e civile, verrebbero assunti giovani locali dopo la fine delle scuole. Ma li dovrebbero pagare il giusto, non una miseria.

E investirebbero in meccanizzazione, visto che ovunque, nel primo mondo, la raccolta ormai è quasi totalmente robotizzata: ma dovrebbero investire, dando lavoro ad ingegneri italiani. Invece il PD li ha riforniti di ‘negri’, perché spendere in investimenti?




Lascia un commento