Soylent Green diventa realtà: cadaveri usati come fertilizzante

Condividi!

Lo Stato di Washington, Usa, ha legalizzato il ‘compostaggio umano’. Per ora dopo la morte. La definiscono “un’alternativa ecologica alla sepoltura o alla cremazione”. La legge, firmata dal governatore democratico Jay Inslee, entrerà in vigore a maggio del prossimo anno e consentirà la “recomposition” del defunto: il corpo viene avvolto in un sudario e posizionato in un lungo contenitore d’acciaio esagonale, adagiato su un letto di trucioli di legno, erba medica e paglia.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’aria viene aspirata periodicamente, fornendo ossigeno per accelerare l’attività microbica. Nel giro di circa un mese i resti vengono ridotti in compost che, riconsegnato alla famiglia, può essere usato per far crescere fiori e alberi.

Non sottovalutate cose come questa. Tendono tutte a desacralizzare la vita.




Lascia un commento