Bergoglio salviniano: “In Italia troppi immigrati”

Condividi!

Forse si fanno sentire le richieste di aprire le porte del Vaticano e la crescente impopolarità del suo pontificato

Così avrebbe detto ai vescovi italiani radunati in Vaticano per l’Assemblea Generale della Cei, secondo la testimonianza di uno dei presenti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Dpo aver ascoltato attentamente il suo interlocutore che parlava in assemblea, ha risposto con un secco: «Risolvete voi il problema!». Poi, come spiega uno dei presenti al Giornale, Francesco ha voluto chiarire meglio la sua posizione: «È un problema italiano, è vero-, ha detto,- ma deve essere un problema europeo, di tutta l’Europa e non di un singolo Paese come l’Italia che ha fatto tanto». A quel punto il Pontefice, sempre rispondendo al vescovo, ha portato come esempio la Svezia, chiarendo che un Paese ha il dovere di salvare vite umane in mare, ma non può accogliere fino allo stremo se non ha possibilità di integrare chi arriva. «Se l’Italia non può accogliere, non può integrare, non può dare i giusti servizi a chi arriva perché è ormai saturo, deve chiedere anche agli altri Paesi europei di farlo», ha aggiunto Bergoglio, «se poi c’è il problema migranti, risolvetelo!».

Non è la prima volta che ha momenti di lucidità. Ma a giudicare dalla dichiarazione ufficiale dei suoi vescovi, dubitiamo l’abbia detto davvero:

E, comunque, l’obiettivo non africanizzare tutta l’Europa, è tenere gli africani in Africa.




Lascia un commento