Spagna, sindaco sinistra ritira polizia da quartiere immigrati: per non turbarli

Condividi!

La Spagna a guida socialista – hanno preso meno voti degli altri ma per la legge elettorale probabilmente continueranno a governare – è quello che sarebbe potuta essere l’Italia e potrebbe essere l’Italia se M5s e Pd governassero insieme.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il consiglio comunale di Madrid, guidato dal sindaco di sinistra Manuela Carmena, ha esortato la polizia a tenersi fuori dal quartiere di Lavapiés, uno dei quartieri più “multiculturali” della capitale spagnola, per “evitare situazioni di tensione.”

E’ come se a Madrid fosse nata un’enclave straniera.

Quindi non sorprende che nella capitale spagnola , una coppia di anziani che tornava a casa da una vacanza, abbia trovato il proprio appartamento “occupato” da migranti africani. Quando una troupe televisiva della televisione Telecinco è andata a indagare, i migranti hanno distrutto la telecamera. La coppia attualmente vive con i parenti, perché il sistema giudiziario spagnolo deve decidere chi è il legittimo proprietario dell’appartamento.

Ma sono cose che non capitano solo a Madrid. A Jerez de la Frontera, una donna di 70 anni di nome Juana, che aveva offerto rifugio nella sua casa a un immigrato di nome Mohammed, è stata buttata fuori.

Quando la donna è infatti tornata a casa dopo una degenza in ospedale, ha scoperto che Mohammed, che la donna aveva incontrato originariamente in una mensa per i poveri, aveva cambiato le serrature e si rifiutava di entrare. A causa di idiosincrasie nella legge immobiliare spagnola, che spesso favorisce gli “inquilini” a spese dei proprietari, la donna dovrà affrontare una dura battaglia per riprendere il controllo del suo appartamento.




Lascia un commento