Con Salvini meno morti in mare, UNHCR li gonfia per dispetto

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Sono 255 (in realtà il numero è gonfiato da un naufragio fantasma) i morti nel Mediterraneo Centrale, lungo la rotta che porta verso l’Italia (erano stati 367 nel 2018). Il che dimostra l’efficacia della politica dei porti chiusi. Morti, tra l’altro, verificatisi sempre in contemporanea con la presenza di navi ong in zona a fare da pull factor.

L’UNHCR prova a barare sui numeri, parlando di ‘mortalità’, come se le persone fossero utili di bilancio:

nel primo quadrimestre del 2019, si registrano in media 327 morti e dispersi ogni mille arrivi in Italia, contro i 39 dei primi 4 mesi del 2018.

Sono talmente idioti e assurdi questi metodi di calcolare la mortalità, che come vedete, essendoci stati poco più di mille sbarci (1.200), per calcolare la mortalità ogni mille devono alzare i morti: la differenza tra 255 e 327. Ridicoli e bufalari.

Se arrivasse in Italia 1 solo clandestino e ne morisse un altro, avremmo 1.000 morti ogni 1.000 arrivi. Comprendete quanto sia assurdo e demenziale?

La stupidità dei giornalisti che riportano questi dati senza una minima critica definisce perfettamente lo stato comatoso del giornalismo italiano. Sono una massa di pecore.

E poi:

Ufficiale, il naufragio da 117 morti era una bufala

Anche:




Lascia un commento