Bimbi costretti a cantare sulle note di Bella Ciao, genitori in rivolta

Condividi!

Polemica in una scuola elementare di San Donato, Milano. A provocare l’ira dei genitori è che la recita di fine anno si concluderà sulle note di Bella Ciao.

VERIFICA LA NOTIZIA

Carlo Massaro, preside della primaria Salvo D’acquisto: “I bambini di tutta Europa stanno cantando questa canzone che è diventata virale, in quanto parla di una nuova resistenza, che è quella condotta da un movimento composto perlopiù da giovani che è impegnato a livello mondiale contro i cambiamenti climatici”. Si tratta di Sing for the climate, l’inno dei gretini.

Una madre ha addirittura effettuato una richiesta scritta per cambiare almeno le note della canzone. No definitivo: non ci sarà alcun cambio di programma – riporta Il Cittadino. Perfino alcuni docenti hanno iniziato a chiedersi se fosse giusto andare avanti con la scelta intrapresa. “Qui non si fa politica, ma la scuola educa le future generazioni e le abitua ad avere una sensibilità per quel che accade intorno a loro. Se si vuole essere censori, allora dovremmo cambiare il nome della scuola e anche la toponomastica delle vie della città”, conclude Massaro.

A cosa le educa, all’idiozia che il cambiamento climatico, ammesso che ci sia, dipenda dall’uomo e non dall’attività solare? Sarebbe come di che Hiroshima è stata distrutta dallo spostamento d’aria dell’aereo.




Lascia un commento