Roma, parrocchie snobbano Bergoglio: 90% rifiuta immigrati

Condividi!

Ok, il suo ‘elemosiniere’ va a riattaccare la corrente all’occupazione dei centri sociali, che ospita anche 450 abusivi, quasi tutti immigrati:

Gli affari d’oro degli abusivi dell’elemosiniere: incassano 250mila euro l’anno

Ma intanto, i suoi parroci hanno snobbato l’accoglienza.

L’anno scorso Bergoglio aveva invitato i sacerdoti di Roma ad aderire al business dell’immigrazione, ma solo un prete su dieci ha risposto in maniera positiva.

Per la precisione, ‘solo’ 38 parrocchie romane su 332 hanno dato la loro disponibilità.

La maggioranza dei sacerdoti, quindi, ha rifiutato. Altri avrebbero tentato, ma si sarebbero scontrati con la contrarietà dei fedeli e dei residenti. In tutto sarebbero ‘solo’ 121 gli immigrati ospitati nelle parrocchie. Un quarto di quelli che occupano abusivamente il palazzo dell’elemosiniere. Per non parlare del Vaticano, dove ce ne sono ZERO.

VERIFICA LA NOTIZIA

Più impegnati, invece, i soggetti direttamente dipendenti dal Vaticano, come gli istituti religiosi che operano sul territorio di Roma, la Caritas e il famigerato Centro Astalli. Ma per loro è diverso, è un business.

Bologna, Parroci in rivolta contro Bergoglio: 70 su 90 rifiutano islamici a pranzo




Lascia un commento