Polizia contro detenuti stranieri: “Bomba ad orologeria”

Condividi!

Un agente della Polizia Penitenziaria del carcere di Sanremo è rimasto ferito, perdendo coscienza per l’inalazione dei fumi, dopo essere intervenuto in un incendio appiccato per protesta questa mattina verso le 10 da un detenuto, H.I, magrebino, che ha dato fuoco ai suppellettili della cella nel reparto isolamento, dove oltre a lui sono altri sei detenuti. Lo segnala in una nota Fabio Pagani, segretario regionale Uil Pa Penitenziari sottolineando che grazie all’ “eroico intervento” del personale in servizio, i sette sono stati messi in sicurezza. L’assistente capo di Polizia Penitenziaria è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso di Sanremo dove è ancora in cura. Si tratta, denuncia Pagani, di “un episodio gravissimo che merita una condanna esemplare”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Abbiamo fatto richieste precise ai vertici del Dap, al Provveditore e al Prefetto. Sanremo, abbiamo detto, è una bomba ad orologeria”. Ma Bonafede, che fa? Dove sono le espulsioni dei detenuti a scontare le pene nei loro Paesi?

Dov’è un piano per realizzare prigioni nei paesi di origine? Ma, soprattutto: abbiamo un ministro della Giustizia?




Lascia un commento