Le toghe rosse a caccia di Salvini: “Vi anticipo che nelle prossime ore ricomincerà il balletto sulle navi sequestrate”

Condividi!

“Vi anticipo che nelle prossime ore ricomincerà il balletto sulle navi sequestrate”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Matteo Salvini, nel corso della presentazione del libro di Carlo Nordio La stagione dell’indulgenza e i suoi frutti avvelenati, avvisa: “Processo più processo meno… rischio 15 anni e li rischierò un’altra volta ma non cambio idea”.

Le toghe rosse vogliono tentare la spallata prima delle elezioni europee.

E, mentre la Sea Watch 3 e la Mare Jonio sono già tornata a solcare il Mediterraneo, il gip Sarpietro ha accolto la richiesta della procura archiviando sul team della Open Arms. Ma solo per le difficoltà nel provare l’associazione a delinquere.

L’inchiesta era stata coordinata dal procuratore distrettuale Carmelo Zuccaro e dai sostituti Fabio Regolo e Andrea Bonomo che avevano disposto il sequestro dell’imbarcazione. L’ong spagnola era stata accusata di aver prelevato i clandestini per “portarli in Italia, senza rispettare le norme, anzi violandole scientemente”.

Zuccaro aveva anche contestato a quelli di Proactiva di essersi rifiutati di “consegnare i profughi salvati a una motovedetta libica”. “Nonostante la vicinanza con l’isola di Malta – si legge nelle carte dell’inchiesta – la nave proseguì la navigazione verso le coste italiane, come era sua prima intenzione”.

E infatti:

Open Arms: ma quale archiviazione, l’inchiesta continua a Ragusa




Lascia un commento