Casal Bruciato: 17 denunciati per avere difeso il proprio quartiere

Condividi!

Il deferimento all’autorità giudiziaria per resistenza a pubblico ufficiale e altri reati di 17 persone “mi è stato appena comunicato dal comandante dell’Arma” in relazione alla vicenda di Casal Bruciato (Roma), con le proteste per la concessione di una casa ad una famiglia di nomadi. Le forze dell’ordine, ha aggiunto, “operano per garantire i diritti delle persone minacciate e prevenire disordini. Nessun tipo di violenza fisica o verbale sarà mai tollerata”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, nel question time alla Camera.

VERIFICA LA NOTIZIA

Cosa è violenza, difendere le proprie famiglie, o imporre, scortato da poliziotti armati di manganello, un clan di 14 rom che per anni hanno vissuto a sbafo in un campo nomadi in una casa popolare? Perché il secondo sarà anche ‘legale’, ma solo perché è una violenza di Stato.

E il Cittadino precede lo Stato. Poi, ovviamente, c’è chi ha esagerato, ma spinto dall’esasperazione: quella è gente che ti vota, Salvini.

Non è col manganello che si combatte una rivolta popolare.




Lascia un commento