Lettera di Bergoglio agli abusivi: “Vi benedico”

Condividi!

Era il 2015 quando in occasione del giubileo della Misericordia la “Comunità Action diritti in movimento” – organizzazione di abusivi guidata dall’estremista di sinistra Alzetta in arte ‘Tarzan’, si era rivolta a Bergoglio.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Chiediamo di essere ascoltati per testimoniare lo stato attuale di coloro che vengono considerati emergenza, scarto e rifiuto sociale”, scrivevano.

La lettera a Bergoglio era stata consegnata da suor Damiana Esposto, della Congregazione delle Figlie della Sapienza, che insieme ai teppisti rossi gestisce nello stabile alcune attività abusive.

Bergoglio aveva risposto con la benedizione Apostolica del Papa.

Un fatto non da poco, che era rimbalzato sulla stampa di tutto il mondo. Il quotidiano britannico The Guardian aveva titolato sul sostegno di Francesco “a Tarzan e agli occupatori delle case a Roma”, mettendo in imbarazzo la Santa Sede.

Appoggio che l’altro giorno è diventato ‘fisico’, con l’elemosiniere di Bergoglio che invece di pagare la bollette e portare i suoi amici in una delle 115 mila case sfitte gestite in Italia dal Vaticano, ha rotto i sigilli e riacceso la corrente.

Intanto oggi lo Spin Time Labs, è pronto ad offrire la membership onoraria a Bergoglio e al suo elemosiniere. Lo ha annunciato il portavoce dell’organizzazione Paolo Perrini: “Al Santo Padre abbiamo dato il numero 55, come il civico del palazzo e all’elemosiniere il 59, civico del tombino dal quale si è calato per riattaccare la luce”.

Anche noi abbiamo qualcosa per loro, due paia di manette. Ma forse non ne sarebbero dispiaciuti.

Resta il fatto che il rappresentante di uno Stato estero è venuto in Italia e ha violato la legge. Impunemente. Conte, il coniglio di Sant’Egidio, approva.

Ricordiamo che nel palazzo occupato, insieme a qualche bisognoso italiano che avrebbe diritto ad una casa vera, magari a Casal Bruciato, e non a pagare il pizzo a Tarzan, ci sono clandestini e immigrati da rimandare a casa loro. Con ristoranti e altre attività abusive esentasse.




Un pensiero su “Lettera di Bergoglio agli abusivi: “Vi benedico””

Lascia un commento