Di Maio scarica Raggi: “Non doveva schierarsi coi Rom”

Condividi!

Salvini “non lo riconosco più. E’ come se si fosse tolto la felpa e avesse messo l’abito buono della vecchia politica. Su Siri si è schierato a difesa della casta”,dice Di Maio a Matrix.

VERIFICA LA NOTIZIA

La casta non è Siri, che è stato suicidato per nulla, ma la magistratura che vuole governare questo Paese per conto del PD. E non è possibile che siano dei magistrati a decidere chi può essere ministro o sottosegretario.

“Se si deve fare un decreto sicurezza 2,la fase 2 è quella dei rimpatri”, ma nel decreto”non ho visto nulla sui rimpatri”. Per fare i rimpatri non serve un decreto, serve un piano strutturale e che i giudici vengano perseguiti se mettono i bastoni tra le ruote:

Toga rossa vieta espulsione clandestino: “Sarebbe un danno alla sua vita privata”

Che fa il tuo Bonafede, dorme?

E poi:”Con questo Pd non voglio avere nulla a che fare.E’ ancora più subdolo, è il Pd dei renziani con Zingaretti davanti”.

Per Di Maio “vanno sgomberati tutti gli immobili occupati”. E Raggi a Casal Bruciato? “Era meglio non schierarsi”.

Raggi e Appendino sono i vostri sindaci. E sono i sindaci dei Rom. Troppo comodo fingere distanza dopo che le avete messe lì e ne approvate le scelte.




Lascia un commento