Casal Bruciato, negozi chiudono contro i Rom:

Condividi!

“Da qualche giorno si sono spenti i riflettori ma noi vogliamo tenere alta la fiamma della nostra disapprovazione”. A parlare è Adriano Cedroni, residente e militante in Fratelli d’Italia che nel pomeriggio di lunedì ha supportato la protesta silenziosa dei cittadini.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per circa mezz’ora, dalle ore 17 alle ore 17.30 alcune serrande delle attività commerciali tra via Satta e via Zampieri sono rimaste abbassate o alzate a metà, con la bandiera italiana e una scritta “Questo esercizio non si schiera con correnti politiche di nessun colore, questo gesto è per tutti gli italiani con difficoltà alloggiative”. Inoltre anche una serie di cartelli con: “Rom privilegiati” e “Italiani, abbandonati e discriminati”.

Cedroni: “I cittadini hanno voluto ribadire la loro contrarietà, in maniera civile e pacata, nei confronti dell’assegnazione dell’alloggio popolare alla famiglia rom – ha spiegato Cedroni – contestano il punteggio che viene assegnato ai rom e rivendicano i loro diritti, come quelli che può avere un cittadino disabile che presenta domanda”.

Sapete che se ne fa Raggi delle ‘proteste pacate’? Esatto.




Lascia un commento