PD candida un albanese a rappresentare il Sud in Europa: “Sono io l’anti Salvini”

Condividi!

“Chi diventa italiano passo dopo passo, e io lo sono da qualche anno, ha una consapevolezza dei diritti e dei doveri più profonda”. Insomma, ‘loro’ sono più italiani di noi. Ma pensa.

VERIFICA LA NOTIZIA

A parlare è Geri Ballo, albanese diventata ‘italiana’ che è la candidata del PD alle Europee per il Sud: “Io mi candido per raccontare un’altra storia, delle culture si contaminano e si arricchiscono. E’ la storia della cultura del Sud che parla tutta contro Salvini, è la storia di un Mezzogiorno che deve essere raccontato nei termini giusti”.

“Sentirsi europei è bellissimo, io vengo da un Paese che meno di 30 anni fa era sotto un regime feroce. Ho chiaro cosa vuol dire stare dietro i muri. L’Europa come ideale è tutt’altro da rinnegare. Anzi! Dobbiamo tornare ad appropriarci dei sogni come quello europeo per non cadere in quel cinismo bieco che Salvini rappresenta”.

“Ho subito condiviso il programma riformatore del Pd a livello europeo, la lotta a favore di un pilastro sociale dell’Europa, per l’equità, il welfare. E poi, è davvero molto importante l’idea di contrastare il sovranismo e la deriva nazionalista di chi vuole costruire i muri. Non lo possiamo accettare”.

Coi muri lei sarebbe ancora in Albania. E con lei migliaia di ladri, spacciatori e stupratori. E anche persone a modo. Ma avremmo fatto volentieri a meno dei secondi, se serviva a tenere fuori i primi.




Lascia un commento