L’ignoranza sinistra trasforma Scipione l’Africano in africano

Condividi!

Non c’è cosa peggiore dei saputelli anti-razzisti. La loro ignoranza è pari solo alla loro arroganza:

Ma del resto, se Enea era un ‘profugo’, allora Scipione può anche essere africano!

Scipione, come saprete, era detto ‘africano’ per il numero di africani che fece fuori portando la guerra scatenata da Annibale contro l’Italia romana, in Nordafrica.

E, già che ci siamo, anche Annibale e i Cartaginesi, non erano come i nordafricani di oggi: all’epoca i romani la chiamavano l’Africa Bianca. Era abitata da popolazioni identiche geneticamente a quelle europee, perché il Sahara è sempre stata una barriera genetica invalicabile. Poi arrivarono gli arabi e si portarono dietro gli schiavi africani. Ecco perché i nordafricani oggi sono quelli che sono. Tranne le popolazioni berbere (Zidane) che sono rimaste come era tutto il Nordafrica al tempo di Roma.

Ps. Date un’occhiata al profilo:




5 pensieri su “L’ignoranza sinistra trasforma Scipione l’Africano in africano”

  1. La specie sinistronza si divide in due sottospecie, quelli talmente caproni e/o ignoranti da sembrare finti (più o meno come i bergoglioni) e una minoranza – ma sempre nutrita – in malafede.
    È comunque una soddivisione inutile, come stare a distinguere fra i tipi di escrementi.

    Ps. Forse l’incolta di turno si sarà confusa con Otello, l’unico africano che abbia fatto carriera in Italia. Ma si tratta di una tragedia e si sa come è andata a finire.

Lascia un commento