Il delfino spacciato per “spia russa” è in realtà un fuggitivo ‘americano’

Condividi!

Ricordate il beluga che apparso nel nord della Norvegia, era stato “accusato” di essere una “spia” della marina russa?

Bene, pare proprio che sia, invece, un fuggitivo da un parco acquatico americano.

Eccolo mentre recupera un iPhone caduto in acqua al suo proprietario. Il giovane norvegese era lì appositamente per vedere l’animale a Hammerfest.

Sfortunatamente, sporgendosi per toccarlo aveva lasciato cadere il proprio telefono.

Il mammifero glielo riporta in superficie, prima di essere ringraziato con alcune carezze, lui forse sperava in qualcosa di più sostanzioso:

Scappa bello. Scappa.




Lascia un commento