Bari, il PD candida due Rom alle Comunali: proteste

Condividi!

Non è che il sindaco brilli per italianità…

E così il cerchio si chiude. Ora li candidano direttamente. Sta scatenando proteste sui social la notizia della candidatura al Consiglio comunale di Bari di due zingari, Dainef e Ligia Tomescu, nella lista ‘Bari bene Comune’ che sostiene il sindaco uscente e speriamo non rientrante Antonio Decaro (Pd).

VERIFICA LA NOTIZIA

Su Facebook la coppia, che appartiene alla comunità Rom del capoluogo pugliese, viene descritta dai cittadini come “coppia di ladri”, mentre altri accusano che “ora potranno scegliere in che casa abitare”. Tra i commenti qualcuno scrive che “ora in politica ci sono cani e porci”.

Insofferente alle accuse, questa mattina il coordinamento della lista ‘Bari Bene Comune’ ha depositato un esposto in Questura per “commenti calunniosi, offensivi, e minacciosi verso la comunità Rom” di Bari. Tali commenti sono “testimonianza – spiega il coordinamento – del clima d’odio razziale diffuso”, e “rendono concreti i nostri timori circa l’incolumità dei nostri candidati, nonché della comunità dove essi vivono ed operano”.

Ricordiamo che a Bari i rom prostituiscono i bambini nei pressi dello stadio.




Lascia un commento