Anche il Vaticano nel palazzo occupato: “E’ più illegale lo Stato” – VIDEO

Condividi!

A questo punto, uno Stato serio, richiamerebbe l’ambasciatore nella Santa Sede. Uno Stato fantastico, invece, si riprenderebbe il Vaticano e metterebbe fine a questo bizzarro anacronismo che si chiama Vaticano.

“Da quando la corrente è andata via abbiamo ricevuto sostegno dalle istituzioni, ma solo a parole, l’unico aiuto concreto lo abbiamo ricevuto dall’elemosiniere vaticano che è venuto a vedere il contatore e si è rimboccato le maniche”, spiega Cecilia Carponi di Spin Time Labs, il collettivo di artisti nato nel palazzo occupato. Prima di tutto Krajewski contatta il neo prefetto di Roma Gerarda Pantalone. Il messaggio è un aut-aut: se entro le venti di questa sera non riallacciate la corrente, ci penso io e me ne assumo tutte le responsabilità. E così è stato. Il porporato si è calato giù per un tombino, sotto lo sguardo incredulo degli occupanti, ha tolto i sigilli al contatore e dopo aver armeggiato per qualche ora gli ha restituito la luce.

VERIFICA LA NOTIZIA

Un epilogo che ha lasciato di stucco persino Andrea Alzetta detto “Tarzan”, ras delle occupazioni romane e fondatore di “Action”, il movimento di lotta per la casa che gestisce l’occupazione. “Ci siamo stupiti – ha ammesso Tarzan – che sia arrivata una figura simile a metterci la faccia, cosa che la politica non ha fatto”. La vicinanza della Santa Sede alla occupazione di via di Santa Croce non è cosa di oggi, eppure nessuno si immaginava che si sarebbe arrivati ad un gesto così estremo.

“Anche il Vaticano – ci conferma il regista teatrale Roberto Andolfi, responsabile culturale di Spin Time Labs – ha una mission in questo spazio, all’interno dell’ex sede Inpdap c’è suor Adriana che rappresenta il vicariato e da qui fa attività sociale per il quartiere e per le famiglie povere”. È stata lei, quando i canali politici non hanno sortito nulla di più di qualche attestato di solidarietà, a chiamare Krajewski. “Dopo sei giorni senza corrente elettrica con bambini e malati bisognosi di elettricità per le cure primarie – ci racconta suor Adriana – la situazione era disperata e così mi sono decisa a chiamare padre Konrad, che già nei giorni addietro si era occupato di mandarci i medici solidali del Vaticano per curare le persone all’interno dell’occupazione”. “Non credo abbia tenuto conto delle leggi – prosegue – perché la vita delle persone viene al primo posto”.

E parlando di legalità dice: “Non so chi sia più illegale, se lo Stato che lascia la gente in mezzo alla strada o loro che hanno occupato questo posto”. Tuttavia il blitz dell’elemosiniere potrebbe avere delle conseguenze giudiziarie. Stando a quello che riferisce l’AdnKronos, infatti, il Gruppo Acea è pronto a presentare un esposto in procura visto che la manomissione della cabina elettrica “avrebbe potuto portare conseguenze anche mortali qualora fosse stata effettuata una manovra errata”.

Intanto, Krajewski si dice pronto a fronteggiare “qualsiasi conseguenza”, tranne pagare le bollette, ovviamente. “Per me conta che quella gente abbia la luce e l’acqua calda, il resto non ha importanza. Non mi interessa quello che altri commentano o come giudicano”.

Infatti, povera gente:

Matteo Salvini ha condannato il gesto illegale del porporato: “C’è questo palazzo occupato a Roma dove ci stavano 3-400 persone che non pagavano le bollette e quindi giustamente la società che gestisce l’elettricità ha staccato la corrente”. Poi: “Conto che dopo aver riattaccato la luce adesso paghi anche i 300 mila euro di bollette arretrate.A proposito di diritti e doveri, penso che voi tutti, magari facendo dei sacrifici, le bollette le pagate”. “Noi – si difendono quelli di Spin Time Labs – le bollette non le abbiamo mai ricevute perciò non ci è mai stato permesso di pagarle”. “Ora – promettono – vogliamo metterci in regola ed estinguere questo debito”. Ed in segno di riconoscenza verso il porporato, gli attivisti, si autodenunceranno al prefetto e al sindaco. “Quello del cardinale – dicono – è stato un gesto di grande coraggio, tecnicamente illegale ma secondo noi legittimo”. Ma che sfortunati, non ricevevano le bollette. Forse perché avete discoteca e ristorante abusivo?

Forse è arrivato il tempo di stracciare i Patti Lateranensi, che come dimostrato oggi ‘loro’ non rispettano, e restituire a Roma e all’Italia quel pezzo di terra chiamato Vaticano. E’ tempo di una seconda Porta Pia.

Il gesto del cosiddetto “elemosiniere” del Papa è gravissimo. Uno straniero, esponente di uno Stato straniero, è entrato in Italia e ha violato, con arroganza, la legge.

E qui arriva la prima domanda: perché non è stato arrestato sul posto? Per qualunque italiano normale che facesse un gesto simile, si aprirebbero le porte del carcere.

Per lui e loro no. E non parliamo di una famiglia che non è riuscita a pagare le bollette, parliamo di una struttura occupata abusivamente da 400 immigrati ed estremisti di sinistra, che pagano l’affitto all’associazione di estrema sinistra Action di tal ‘Tarzan’, al secolo Alzetta, già consigliere di sinistra a Roma.
E che nella struttura hanno ristoranti e altre attività illegali ed esentasse.

https://www.facebook.com/FoggiaToday/posts/2958898554127057?__xts__%5B0%5D=68.ARCrnQOOLdbJDJOshRPIiB6mdaPFEWoWIqT5oUmqoO0M7DGJPJm_RJWOH3eT0JoKmmQr37wL3fznD4Zm1ISObDoYeS5S_x4uGNnTD-rGSAMyXSK7lTzpcKT5EsUABeGEyNj8hW5k8aA2OisOo6BoW5jwIUcrr-kb-q5WKCpe8tE2EMTYn-_CN3iU9AUsXUVksyLJLhweyQfXH6yGZhNU-h2KTsq8z_AA8xVtAnsH2UOo__Yb8rJasIsgtNjbbHhK6VFpAW1GgYauQBaL8mxOvOa_2NAcWCrwiYMdTvRIMsqJwSOz-McVOBDXR63Ou-8E4n5AtlP4KHWN_HceYiS4eqAcyg&__tn__=-R

E 300mila euro di bollette mai pagate che pagano, al posto loro, i contribuenti romani. E italiani.

Poi arriva lui, il cazzaro del Papa, e invece di firmare un assegno da 300mila euro o portarseli in Vaticano che fa? Rompe i sigilli di un sequestro e riattiva la corrente.

In galera.

Ma non basta. Perché il gesto arrogante è una dichiarazione di guerra allo Stato italiano. Dice: noi comandiamo a casa vostra. Dice: noi facciamo a casa vostra quello che ci pare.

E questo non è tollerabile.

E’ tempo di una seconda breccia di Porta Pia, così, finalmente, eliminiamo questo tumore che dalla Caduta dell’Impero ferisce il cuore di Roma. Il Cristianesimo non deve essere ‘temporale’, ma Fede.

Il Vaticano è un anacronismo. L’ultimo Pontefice di Roma si chiama Augusto.

Ps. Non sorprende che i cattolici siano in fuga:

Effetto Bergoglio: crolla numero di cristiani in Italia

Ormai Bergoglio ha più fans nelle moschee e nei centri sociali che nelle chiese.




Un pensiero su “Anche il Vaticano nel palazzo occupato: “E’ più illegale lo Stato” – VIDEO”

  1. Ciò che da fastidio di più (sul fatto in sé spero ci saranno consegeuenze legali) è l’ipocrisia del vatic(ano): sapevano da anni che insieme agli sfruttatori c’erano famiglie e persone in difficoltà, ma non si sono minimanente sognati di mettere aloro disposizione qualcuno degli innumerevoli immobili di loro prorprietà a Roma e poi hanno la sfrontataggine di criticare e condannare lo stato italiano o il comune , di dare l’aut-aut al prefetto e mettere le istituzioni sul lato della vergogna.
    Vergogna a loro, ipocriti, falsi e mestatori.

Lascia un commento