Non dà sigarette a migranti: ragazzo massacrato

Condividi!

Brutale aggressione a Forlì. La vittima, dopo aver combattuto per difendersi, è stata sopraffatta e massacrata a colpi di catena da due nordafricani.

VERIFICA LA NOTIZIA

I magrebini hanno attaccato il 32enne, che li conosceva solo di vista, a causa del suo rifiuto di fornire loro denaro e sigarette. Al diniego, è stato prima minacciato, poi inseguito e sbattuto a terra. Infine massacrato a colpi di ombrello e catena d’acciaio dai due.

La vittima è rimasta a terra sanguinante, gli stranieri si sono allontanati con un paio di occhiali da sole di marca mentre il 32enne scattava loro alcune foto col cellulare da girare poi alla polizia.

I magrebini, senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, sono stati individuati la mattina seguente in una casa abbandonata. Entrambi, un 28enne algerino e un 38enne marocchino, sono stati condotti negli uffici della questura di Forlì ed identificati dalla vittima e da alcuni testimoni.

Arrestati con l’accusa di rapina pluriaggravata, lesioni personali aggravate, porto di oggetti da scasso e di strumenti atti ad offendere, invasione e occupazione di edificio.




Lascia un commento