Multe a Ong: ci dovrebbero dare 1,5 miliardi di euro

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Le Ong stanno facendo i conti. Con l’approvazione del decreto sicurezza bis, osteggiato dai grillini, la loro attività diventerebbe favoreggiamento all’ingresso illegale nel territorio italiano. Con, tra le altre sanzioni, multe dai 3.500 ai 5.500 euro per ogni clandestino traghettano.

Se fosse retroattivo, il decreto affonderebbe i trafficanti umanitari.

Medici Senza Frontiere dovrebbe all’Italia 440 milioni di Euro per gli ottantamila clandestini traghettati sulle nostre coste. raccolti in mare negli ultimi tre anni. Mediterranea Saving Humans, l’ultima in ordine di tempo al centro delle attenzioni per via del sequestro della propria nave, la Mare Jonio, nel 2019 ha già portato nei nostri porti 200 migranti e pagherebbe dunque oltre un milione di Euro solo per questi primi mesi. Cifre fuori budget, che stroncherebbero definitivamente le attività delle Ong.

L’ong catalana Open Arms, invece, dovrebbe pagare circa 200 milioni di euro per i trentamila clandestini scaricati in Italia:

Bergoglio riceve l’uomo che ha scaricato in Italia 30mila clandestini

Poi ci sono ong ‘minori’ che di devono circa 50 milioni di euro:

Ong olandese che ha scaricato 8.500 clandestini in Italia sta per tornare

In generale, le ong sono responsabili del 40 per cento degli sbarchi avvenuti in Italia negli ultimi anni: parliamo di circa 250 mila clandestini. In euro: 1,5 miliardi.

E sono esclusi i miliardi che abbiamo speso per accogliere chi ci hanno scaricato.

Quindi è normale che i responsabili delle organizzazioni non governative protestino in modo scomposto contro il nuovo decreto. Non potrebbero più traghettare.

Sarebbe un sogno un ‘decreto retroattivo’ ma, questo sì, sarebbe incostituzionale. Ma fossimo noi ci proveremmo lo stesso.




Lascia un commento